fiducia-affidarsi-alla-vita

Fiducia esistenziale: l’emozione di tendere le braccia alla vita

Fiducia esistenziale, fede nell’esistenza, speranza e determinazione sono le parole su cui si fonda la prosocialità.

Ogni essere vivente non è fatto per vivere nell’isolamento ma si arricchisce nell’incontro con l’altro, nello scambio di esperienze, passioni, pensieri, idee.

La vita è il luogo del rinnovamento di sé e della comprensione.

Se sei alla ricerca di un senso non aggrapparti alle illusioni ma affidati all’esistenza, chiudi gli occhi e salta!

fiducia esistenziale
Quando ti affidi all’esistenza tutto acquista senso e significato

Fiducia esistenziale: fidarsi è bene, non fidarsi è meglio

La fiducia esistenziale nasce dall’esperienza diretta che ognuno di noi compie vivendo.

Se ti fermi un attimo e guardi i bambini ti accorgerai che vivono gli anni dell’infanzia come una grandiosa avventura poi crescendo, quella magia si spegne, cedendo il passo alla disillusione.

Inizialmente percepisci la tua vita come una grande promessa che improvvisamente senti tradita.

  1. Il lavoro sognato per cui tanto ti sei sacrificato si trasforma in una noiosa routine.
  2. L’amore sospirato si infrange sul bordo di un lavandino dove il dentifricio rimane sempre schiacciato a metà.
  3. La giovinezza evapora velocemente e quelle rughe segnano l’amarezza oltre che il passare del tempo.

… e gli altri, i compagni di viaggio che passano, ti sorridono poi scappano con la tua valigia.

Fiducia esistenziale? Cresci che ti passa!

“Se ti aspetti riconoscenza non fare del bene”

La prima volta che ho sentito questo proverbio mi ha ferito l’anima ma più ancora mi ha ferito sapere che le persone intorno a me concordavano con la sua saggezza.

Così mi sorge una domanda che con tutto il cuore mi sento di girarti: con queste premesse davvero trovi sensato chiederti perché non sei felice?

Perché l’esistenza ti ha sedotto e abbandonato sul ciglio dell’abisso?

Eppure in passato ho fatto come te, milioni di volte l’ho pensato anch’io che la fiducia esistenziale, la fede, la speranza nella vita e la riconoscenza, non sono esperienze di questo mondo e quante volte ho potuto sperimentare legami lavorativi, affettivi e sentimentali, apparentemente solidi, sgretolarsi alla prima folata di vento.

Avrei potuto continuare a farmi il sangue amaro ma all’improvviso qualcosa mi è scattato dentro, ho compreso che arrabbiarmi per l’ennesima volta non sarebbe servito a niente e alla fine l’unica persona che sarebbe stata male veramente ero io e solo io.

In quel momento mi sono sentita un’idiota e ho rivolto lo sguardo altrove.

Il segreto è tutto lì per una cosa che va male c’è un’universo splendente intorno a te pronto a stupirti!

Fiducia e prosocialità: lasciati abbracciare dall’esistenza

Perché aspettarsi riconoscenza?

Tu nella vita sei stato sempre riconoscente? Probabilmente no, proprio come me.

Se poi vogliamo dircela tutta, in determinate situazioni ci ficchiamo da soli senza valutare consapevolmente i pro e i contro delle nostre azioni e reazioni, salvo lamentarci quando le cose vanno male, aspettandoci che tutto si sistemi magicamente.

Chissà quante volte hai interpretato la realtà secondo i tuoi parametri soggettivi per accorgerti, sempre troppo tardi che ciò che avevi pensato reale, fosse semplicemente il frutto delle tue aspettative per nulla corrispondenti ai fatti.

Così, scuotendo la tua testona, ti domandi: a questo punto cosa posso fare?

La vita è un’esperienza incredibile di comprensione e condivisione non sprecarla standotene lì a:

  • Rimuginare
  • Piangere
  • Arrabbiarti
  • Sbattere la testa contro il muro
  • Perdere altro tempo prezioso

Il tempo è il bene più grande che hai a tua disposizione e la vita è troppo bella per perdere il tuo tempo in pensieri tristi e limitanti.

  • Ti hanno fregato?
  • Sei stato maltrattato?
  • Ti senti sfruttando?

Liberati dalle zavorre! Taglia i rami secchi! Spezza le tue catene!

Niente è più importante della tua  vita, della tua libertà, della tua bellezza. Mantieniti puro, non lasciare che stati d’animo depotenzianti avvelenino la tua anima bella!

  • Rabbia
  • Delusione
  • Tristezza
  • Sfiducia
  • Impotenza

Sono tutti stati d’animo che ti consumano e ti rendano vuoto, insignificante. Allontanati da tutto ciò che ti fa soffrire!

La fiducia è il fondamento dell’esistenza, fidati della vita e di te stesso! A questo punto ti domanderai: la prosocialità in tutto questo che c’entra?

Quando parliamo della fiducia esistenziale, della fede, della speranza, del bene e della riconoscenza, il tuo ego si incontra/scontra inevitabilmente con gli ego altrui ed è in quel preciso momento che puoi decidere se farti spazio tra gli altri a gomitate o se spalancare le tue braccia verso chi ti viene incontro.

La rivoluzione inizia dentro di te

Purtroppo in questo mondo di pecore, perché è così che tutti siamo stati governati, educati e condizionati da secoli, troppo spesso, anche inconsapevolmente ci troviamo a servizio dell’ipocrisia e dell’invidia.

La singola identità è sempre stata soggiogata e sacrificata in nome della collettività ed è per questo che l’ipocrisia e l’invidia personale e sociale sono gli sport più praticati nell’universo umano.

Per un attimo, ascolta cosa ti dice realmente il tuo corpo, la tua mente, il tuo spirito.

Se non parti da te stesso, dall’amore per te stesso, dal prenderti cura di te stesso come puoi anche solo pensare di poter essere generoso e utile agli altri?

Pensaci, la prosocilaità è l’unico modo possibile in cui prendersi cura del bene comune. 

Se non sai neppure amare te stesso, fidarti e affidarti all’esistenza, come pensi di renderti utile in questo mondo che parte proprio lì, dal tuo cuore?

Come pensi di andare verso gli altri se non hai neppure il coraggio di chiudere gli occhi ed entrare in te stesso?

Arrivati sin qui a me non resta che abbracciarti con tutto il cuore e augurandoti ogni bene chiederti di condividere quanto ho scritto.

Puoi continuare a seguirmi sul mio canale YouTube.

15 Condivisioni

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.