lussuria-sesso

Lussuria: quel desiderio assoluto di te che mi scuote l’anima

Lussuria comanda e lo spirito risponde. I lussuriosi vogliono, vogliono e vogliono ancora.

Instancabile è chi percorre le vie lussureggianti del desiderio. Un passo, un passo, un passo ancora.

Tra i vizi capitali la lussuria è il più leggiadro, ad ogni desiderio un desiderio ancora più forte si accende sino a quando il piacere si trasforma in dolore.

Ti ho intrigato almeno un poco? Continua la lettura e non rimarrai deluso!

lussuria
Ti desidero oltre ogni confine della possibilità di desiderare

Lussuria: ti bramo, ti voglio

La lussuria è il desiderio incontrollabile quasi ossessivo del piacere. Sesso, lusso, ostentazione, ricerca di sé nell’altro, nelle cose, nelle situazioni che ti spingono oltre, oltre ogni limite della sopportazione.

Dante Alighieri nel canto V dell’Inferno nella Divina Commedia descrive i lussuriosi come coloro che non son stati in grado di dominare l’istinto a favore della razionalità.

Ma vedendo quelle povere anime in balia della tempesta Dante rimane sbigottito dalla pietà e ancora di più quando tra loro scorge due spiriti abbracciati che sfidano il vento impetuoso.

Francesca e Paolo qual è il confine tra lussuria e amore?

Anche all’inferno l’amor non può tacere

Francesca da Polenta e Paolo Malatesta in vita erano cognati e si lasciarono vincere dall’amore reciproco sin a quando il marito Gianciotto Malatesta non li sorprese e li uccise brutalmente.

Francesca parla con Dante dell’amore che nella vita come nella morte la unisce a Paolo descrivendo quei “dolci sospiri … i dubbiosi disiri” che la presero “del costui piacer sì forte” che oggi ancora vive e resiste nella tempesta infernale.

“Nessun maggior dolore che ricordarsi del tempo felice ne la miseria”

Mentre Francesca parla con Dante e Virgilio, Paolo piange, chissà quali sentimenti si agitano nel suo cuore?

Lussuria o amore? Amore e lussuria?

“Ogni grande amore (il solo amore che possa manifestare qualcosa del suo stanziarsi) non sia, in fondo, una lotta – non solo, e non innanzi tutto, una lotta per avere l’altro, bensì una lotta a favore dell’antro” Martin Heideggher – Avviamento alla filosofia

Lussuria, lotta, desiderio, ma quanta passione può suscitare la vita in ogni essere vivente?

L’istinto quando ci spinge oltre ogni razionalità non è forse l’espressione più autentica della potenza insita in ogni essere umano?

Decidilo tu, io non posso. Quando mi perdo nel ricordo dei suoi occhi non capisco più nulla e il mio spirito vaga in una terra bellissima che immortale riflette l’immagine del suo sguardo.

Se, come ti avevo promesso, hai trovato intrigante questa visione della lussuria ti chiedo di condividerla e se vuoi parlarmi di te, io sono qui.

Inoltre puoi continuare a seguirmi sul mio canale YouTube.

170 Condivisioni

Articoli simili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *