Tradizione e innovazione: dalla soggettività all’oggettività della storia